images

31/12/2017

Il consumatore si reca presso il punto vendita dove ha acquistato un telefono cellulare, in quanto difettoso e coperto dal periodo di garanzia legale di 24 mesi.

Il negoziante riscontra l'impossibilità della riparazione dell'apparecchio ed eroga, dunque, un buono spesa per un importo di Euro 31,00. Quando, però, l'utente torna al punto vendita per spendere il proprio buono si vede negato tale diritto e contatta, dunque, i legali dell'Associazione Assorimborsi.

Dopo un tentativo di composizione bonaria della controversia, fallito, viene instaurato il giudizio nei confronti del negoziante inadempiente e il Giudice di Pace di Napoli condanna quest'ultimo  al risarcimento di Euro 450,00 in favore dell'attore.

Scarica sentenza in originale

TAGS

sentenza