images

03/01/2018

Il cliente, titolare di un buono fruttifero postale emesso dall'ufficio di Napoli in data 28.09.1983 per il valore nominale di lire un milione, in data 17.11.2005 si reca presso l'ufficio di emissione del buono per il rimborso integrale del titolo, quantificato dal prospetto contabile stampigliato su retro del buono stesso in euro 9.087,71, ma riceve la minor somma di Euro 3.933,07 (pari a Lire 7.615.494).

Dopo l'intervento dei legali dell'Associazione Assorimborsi, il Giudice di Pace di Barra dichiara l'inadempienza contrattuale di Poste Italiane S.p.A. e riconosce al consumatore la differenza di euro 5.154,64, oltre spese legali.  

Scarica sentenza in originale

TAGS

sentenza